Consigli per il finanziamento della vostra proprietà – finanziamento successivo e ristrutturazione del debito

La ristrutturazione del debito è un buon modo per i mutuatari di avvicinarsi ai finanziamenti successivi. Questo è sostenuto anche dalle banche, dato che il rischio per loro è minore con un riscadenziamento che con l’assunzione di un nuovo debito. C’è molto da considerare quando si tratta di finanziamenti e soprattutto i mutuatari inesperti in questo settore dovrebbero fare molte ricerche sul tema del finanziamento, dei prestiti successivi e della rinegoziazione per essere preparati a tutte le eventualità e per avere familiarità con la materia.

6 consigli per il tuo prestito successivo e la tua ristrutturazione del debito

Statisticamente, soprattutto nei primi anni dopo aver preso il prestito, le probabilità che il mutuatario non sia in grado di pagare il debito sono più alte. Ciò è dovuto in particolare alla scarsa pianificazione del finanziamento. Per le banche, questo significa che il rischio di insolvenza è enormemente alto durante questo periodo. Per assicurarti di trovare il finanziamento giusto per te e che il prestito successivo vada bene, ci sono 6 consigli che dovresti seguire. Puoi trovare maggiori informazioni nei nostri 9 consigli sui prestiti edilizi!

Suggerimento 1 – i mutuatari affidabili hanno dei vantaggi con la banca

Al momento del finanziamento, è importante che dimostriate alla vostra banca che siete un futuro mutuatario. Per i mutuatari che hanno già dimostrato per diversi anni di essere in grado di servire il prestito secondo il contratto, le banche sono felici di offrire condizioni migliori. All’inizio di un prestito, una gran parte della rata mensile è di solito l’interesse, e solo nel corso del tempo la quota di rimborso aumenta. Nel caso di una rinegoziazione del debito, una parte del prestito è di solito già rimborsata. Per le banche, questo significa che il rapporto prestito-valore è più basso che nel caso di un prestito iniziale e anche la quantità di consulenza richiesta è inferiore, poiché i clienti sanno già come funziona il finanziamento e cosa ci si aspetta da loro. Questo significa che la banca ha meno lavoro da fare con il cliente, il che facilita la preparazione dell’offerta e richiede meno tempo.

Suggerimento 2 – Le commissioni di elaborazione per i prestiti personali sono inammissibili

Da una sentenza del Tribunale federale nel 2014, è illegale per le banche addebitare le spese di gestione per i prestiti personali. In precedenza, questi venivano addebitati soprattutto per i prestiti a rate e per le auto, ma anche per i finanziamenti immobiliari. Questa tassa è stata addebitata dalla banca per verificare la solvibilità del cliente. Tuttavia, poiché si tratta di una questione che è nell’esclusivo interesse della banca, questi costi non possono più essere addebitati al cliente. La cosa buona è che potete ancora oggi recuperare le tasse. Questi erano di solito 1-4 per cento dell’importo del prestito, che può essere una somma abbastanza considerevole. Quindi tutte le tasse che avete pagato meno di dieci anni fa possono essere rimborsate. L’unica cosa importante è che tu agisca da solo, dato che le banche finora non hanno fatto alcuno sforzo per restituire il denaro volontariamente.

Suggerimento 3 – Trovare il giusto finanziamento di follow-up

Le banche hanno quindi buone ragioni per corteggiare i recuperatori di debito, dato che possono trarne dei vantaggi. Ma il riscadenziamento è spesso più favorevole anche per i mutuatari. A seconda della situazione del mercato finanziario, i tassi d’interesse possono essere così favorevoli che è più conveniente per voi rimodulare un vecchio prestito piuttosto che continuare a pagarlo alle vecchie condizioni. I tassi d’interesse sono spesso migliori oggi di quando hai preso il prestito. Se ti aspetti che i tassi d’interesse aumentino in futuro, è consigliabile scegliere un lungo periodo a tasso fisso e assicurarsi buoni tassi d’interesse. In questo modo, si può ottenere un rapido adeguamento dei tassi d’interesse se si termina prematuramente il vecchio prestito.

Se volete fare tutto bene, cominciate a pensare oggi a come volete affrontare la rinegoziazione del vostro prestito tra qualche anno per assicurarvi un buon finanziamento successivo. Questi sono anche doppiamente utili se i fornitori si assumono i costi della rinegoziazione del debito per il mutuatario.

Suggerimento 4 – Ristrutturazione del debito con un prestito a termine

I prestiti a termine sono una buona idea per tutti coloro che amano pianificare con sicurezza. Se le condizioni attuali, compresi i bassi tassi d’interesse, sono ottimali per il mutuatario e il prestito attuale ha ancora qualche anno di vita, vale la pena prendere un cosiddetto prestito a termine. Con un prestito a termine, potete assicurarvi il vostro finanziamento successivo per la fine del vostro termine. Informatevi sulle condizioni favorevoli che potrebbero non essere più offerte alla fine del vostro periodo e assicuratevi di ottenere le migliori condizioni fino a 5 anni in anticipo. Quindi vale sempre la pena di rimanere informati e tenere d’occhio il mercato dei tassi d’interesse anche se il tuo finanziamento è già in corso.

Suggerimento 5 – controllare il tasso di base

Quando si cerca un rifinanziamento, la cosa più importante è tenere d’occhio il tasso di base. Diverse situazioni di tasso d’interesse possono avere un impatto enorme sul vostro finanziamento. Quando i tassi d’interesse sono bassi, vale ovviamente la pena cercare un finanziamento successivo, ma non dimenticate di considerare lo sviluppo nei prossimi anni. Quando i tassi d’interesse sono buoni, è una buona idea iniziare a finanziare la vostra proprietà. Il tasso di base vi dà quindi un buon orientamento su quali sono e saranno i tassi d’interesse. Se è basso, questo è un buon segno che un finanziamento a basso costo è anche alla vostra portata nei prossimi anni. Finché non c’è pressione inflazionistica e il tasso d’interesse chiave rimane al suo livello attuale, non avete nulla di cui preoccuparvi e potete iniziare a pianificare il vostro finanziamento successivo.

Suggerimento 6 – Finanziamento di follow-up per i costruttori

È particolarmente importante per i costruttori, gli acquirenti e i clienti prendere un buon finanziamento. Per molti, una tale decisione è un investimento che definisce la vita, ed è per questo che non si dovrebbe affrettare la decisione. Una volta trovato l’immobile dei vostri sogni o deciso di costruire le vostre quattro mura, la cosa più importante è pianificare il finanziamento prima di andare avanti. Il finanziamento determinerà i prossimi anni o decenni della vostra vita, ed è per questo che dovreste essere assolutamente sicuri. Naturalmente, i tassi d’interesse giocano un ruolo importante anche qui e non dovreste esitare a ottenere diverse offerte per trovare il finanziamento giusto per voi. Se i tassi d’interesse sono bassi, dovreste optare per un lungo termine e adattare il tasso di rimborso mensile alle vostre esigenze individuali. Fate attenzione all’opzione di cambiare il tasso di rimborso, cosa che dovreste fare durante il termine. Il modo migliore per rispondere alle domande è parlare con il tuo consulente bancario, che sarà in grado di darti molti consigli utili.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.